Archivi
Ultime notizie

PASUBIO 1918 – 2018 “Per non dimenticare” La Strada delle 52 gallerie

“C’è l’abbiamo fatta” frase liberatoria pronunciata alla fine del campo nazionale “Pasubio 1918 – 2018”. Infatti dopo aver lavorato per mesi alla preparazione del campo, su cosa fare, su itinerari, proposte, gestione cambusa il mercoledì pomeriggio precedente all’evento Andrea mi chiama e dice: “Anna hai visto le previsioni metereologiche?” No!!!. Da ...

Leggi tutto

Il bello di stare insieme

Da oltre vent’anni la nostra Comunità di Saronno è gemellata con la Comunità del Liechtenstein e periodicamente ci scambiamo visite: loro vengono in Italia e noi andiamo da loro. Ci accomuna un progetto di cooperazione internazionale: insieme sosteniamo Harambee (che in Swahili significa “lavoriamo insieme”), un progetto per favorire l’autosviluppo in ...

Leggi tutto

M.A.S.C.I. Comunità “la Strada” Dueville

Nella nostra comunità consideriamo il campo estivo il momento più atteso dell’anno in corso. Preparare il campo estivo è come forgiare la comunità, che divisa in vari gruppi si presta a preparare  il programma . Quest’anno siamo partiti con un nuovo metodo suggerito all’incontro di inizio di tutte le comunità venete. Abbiamo ...

Leggi tutto

R.D.Congo: Le Formiche Emigrano

riceviamo e pubblichiamo da p. Alberto Rovelli Missionnaires d'Afrique Bukavu   RD CONGO   C’era una volta , nella foresta del Congo, un giovane che parlava con gli animali. Un giorno, andando a caccia, incontra, una lunga colonna di formiche nere che  gli tagliano la strada; un po’ timoroso si ferma stupito per la loro organizzazione!  incolonnate ...

Leggi tutto

Relazione del SR Calabria sulle attività del 2017-2018

Carissime sorelle e fratelli AASS, un altro anno ricco di passione ed entusiasmo è volato via tra le parecchie attività che via via si sono presentate. Dopo i diversi campi di comunità, il primo Consiglio Regionale del 30 SETTEMBRE - 01 OTTOBRE 2017, con pernotto, ci ha permesso “donandoci del tempo” di ...

Leggi tutto

Iniziativa di AFET AQUILONE onlus

La nostra Associazione, che, attraverso progetti di inclusione sociale e lavorativa, si occupa di persone in difficoltà, sta organizzando il trasferimento della sua sede in Via Galata 39A. Oltre dieci anni fa, gli scout frequentavano gli stessi locali per riunioni e per rifornirsi di equipaggiamento e divise. Molti soci di Afet Aquilone onlus hanno un passato scout e, pensando di svolgere ...

Leggi tutto

R.D.Congo: Le Formiche Emigrano

riceviamo e pubblichiamo da

p. Alberto Rovelli
Missionnaires d’Afrique
Bukavu   RD CONGO
 
C’era una volta , nella foresta del Congo, un giovane che parlava con gli animali.

Un giorno, andando a caccia, incontra, una lunga colonna di formiche nere che  gli tagliano la strada; un po’ timoroso si ferma stupito per la loro organizzazione!  incolonnate a ranghi stretti e sotto buona scorta delle formiche combattenti a difesa delle le formiche operaie cariche delle provviste e delle uova del loro nido …

Gli animali, anche quelli più grossi, quando incontrano una colonna di formiche, girano alla larga dando loro il saluto e  il passaggio.  Anche l’elefante ? Si anche l’elefante!

Da un albero vicino, arriva all’orecchio del nostro improvvisato cacciatore, il cinguettio di una rondine, che si trasforma in un  dialogo:

Rondine: Carissime formichine dove state andando? Siete stanche di rimanere qui con noi”? 

Coro di formiche:“Sì! Siamo proprio stufe di non poter più lavorare in pace … giorno e notte siamo terrorizzate da scoppi di bombe … urla di donne violentate , grida  bambini che piangono per la fame, il freddo, la solitudine, e la desolazione dei  papà  che non sanno più dove dare di testa; c’è troppa aria di morte qui, incontriamo  troppe fosse comuni piene di morti”.

E quel cinguettio di una rondine , curiosa di sapere, continua a fare domande:

Rondine:“ Avete un’idea chiara dove volete andare? Conoscete la strada?

Coro di formiche sicure: “Oh la strada … , ne tracciamo una nuova ogni volta che ci muoviamo … Guarda la  pista che lasciamo dietro di noi … un vero biliardo!”.

Rondine: “ E’ vero, ma che direzione volete prendere, in che luogo volete arrivare …?”

Coro di formiche: “ No, non lo sappiamo”!

Rondine: “Ah, è così, volete far i “ giramondo”, gente che abbandona il proprio paese  per bighellonare  pensando che altrove è meglio che a casa propria …”

Coro di formiche: Tu arrivi a proposito …  tu che emigri tre mesi all’anno, per favore,  dacci  le indicazioni e le  informazioni sicure: tu che  direzione prendi quando emigri”?

Rondine:  (si sente con le spalle al muro, non può rivelare a nessun fuori della famiglia il segreto del viaggio annuale, ma ora non può e non vuole mentire e dice alle formiche): “ Noi rondini andiamo verso Nord, ma sappiate che non è facile arrivarci, ci sono migliaia di km; a volte incontriamo uragani spaventosi nel cielo e poi tanti mostri di acciaio ci tagliano il volo e ci inquinano l’aria: molte rondini cadono morte prima di arrivare alla meta.”

Ora il segreto delle rondini è rotto e le formiche continuano  a chiedere informazioni  più precise su quei paesi, perché sono davvero decise di partire :

Coro di formiche:“ Racconta, racconta : come vive la gente là al Nord; come sono le loro case? Che lavoro fanno? Troveremo un posticino per poter fare il nostro nido”?

Rondine: “ Una domanda alla volta … :  la gente sembra vivere nell’abbondanza,  ma anche là i poveri sono tanti …; si spostano veloci in auto, e da quelle vi raccomando state alla larga …  si direbbe che tutti hanno una gran fretta … non hanno mai abbastanza tempo per fare tutto … un po’ come voi … Lavoro?  C’è una grande varietà di lavori, ma  i disoccupati non si contano più. E dopo i 30 anni più nessuno ti vuole perché ormai sei anziano.

Le loro  case  sono belle, ma troppo ammucchiate … pensate un po’ anche noi rondini troviamo difficilmente  posto sotto la grondaia dei loro tetti … si direbbe che non ci vogliono più,  perché, si sa … quando facciamo il nido,  i nostri piccoli sporcano  le pareti  delle loro case,  e i nostri cinguettii li disturbano ”.

La rondinella aveva appena finito di dire questa parola  “disturbano”,  che una grossa goccia cadde sul suo dorso … non c’è una nuvola, e incomincia a piovere …?   Alza gli occhi,  stupita, scorge una bellissima cicogna che piange sconsolata, aveva ascoltato tutto … 

Rondine: “ Mamma Cicogna, che c’è da piangere ? Perché sei così triste, oggi?  Con quella faccia non ti riconosco più?  Ho forse detto  qualche cosa che ti ha fatto male”?

Cicogna: “ Perdonatemi se ho ascoltato la vostra chiacchierata, ma anch’io quando ho visto la processione delle formiche mi sono chiesta: dove andranno? E la vostra chiacchierata ha riaperto una ferita profonda dentro di me, e mi sono detto: “Le giovani  copie del Nord  hanno paura dei bambini … Si sposano ancora, ma chi ci invita ad andare da loro con quel fagottino di bambino appeso al becco?

Era un  viaggio pieno di tanti pericoli, ma lo facevamo con gioia … portavamo una nuova vita.

Non potete immaginare quanti sussurri segreti raccoglievamo noi cicogne, appollaiate sui camini delle loro case! Eravamo testimoni discrete dell’amore di  tanti  giovani papà e mamme che  accolgono un bambino che nasce; eravamo testimoni delle notti insonni per vegliare il bimbo  ammalato; e poi quante parole dolci, quante nenie per farlo dormire; e ancora chi può ricordare tutte le  raccomandazioni date  per  incoraggiare un  figlio, una figlia che crescono, che affrontano la scuola, il lavoro,  le prime avventure amorose, la scelta di una vocazione? Ascoltavamo, senza mai tradire i loro  segreti!  

Non si rendono conto che sono i bambini  che  fanno crescere gli adulti?  E chi si ricorda mai di questa frase: “Se non diventerete come bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli”?

Tu sei fortunata Rondine,  ogni anno emigri ancora, per annunciare  loro l’arrivo della primavera,  e così rinnovi in loro la  speranza … ma noi Cicogne siamo diventate inutili in quelle terre, ecco perché piango”.

Rondine: “Mamma Cicogna, non piangere così,  potrei scoraggiarmi e lasciar ad altri quel viaggio così pericoloso …”

Cicogna: “Sarebbe lo sbaglio più grosso che potresti fare, rinunciare a seminare  speranza? Questo non lo devi fare per nessun motivo.  Tu continua a fare il tuo nido sotto le loro grondaie, anche se borbottano  un po’, tu abbi pazienza;  e poi i tuoi cinguettii sono  ancora  ascoltati dai pochi  bambini  e dai tanti vecchietti soli”.

Coro di  formiche: tutte in posizione di riposo,  partecipi di quel dialogo, fanno cenno a Rondine.

“  Rondine, abbiamo solo due domande da farti: … , cosa si mangia in quei paesi”? 

Rondine: “ Cibo ne hanno molto, non riescono nemmeno a consumarlo tutto, e ne troverete molto anche voi abbandonato nei cestini dei rifiuti.  Mi raccomando però fate attenzione a quei cestini perché molto spesso ci sono dei veleni,  plastica di ogni genere, detersivi, acidi di batterie, pesticidi. Tutta roba che uccide”

Coro di  formiche: “ Grazie dell’avvertimento; e la difficoltà più grande del nostro viaggio”?

Rondine: Secondo me sono le barriere … tanti,  tanti muri , ma quella più grossa per voi è che,  nessuna di voi ha un passaporto con visto d’ingresso.

Siccome siete però un popolo coraggioso, vi auguro buon viaggio.

 

 
 

Lascia un Commento

You can add images to your comment by clicking here.

Dic: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31